fbpx

Per l’Executive Master in Data Analysis For Marketing, l’anno inizia con un’ottima notizia: l’assegnazione del Premio di Studio da 5000€ messo in palio da VEM Sistemi.

Da quattro anni, infatti condividiamo il percorso con VEM Sistemi come veri compagni di viaggio, che condividono una mission fondamentale: promuove il cambiamento attraverso la Cultura, la Competenza e la Proattività.

La graduatoria che consente l’assegnazione del premio si costituisce attraverso una serie di test preparati dal corpo docente che vengono svolti dai partecipanti durante l’anno, così da poter affrontare le tematiche di ciascun modulo formativo e valutare costantemente le competenze apprese.

logo VEM Sistemi

A ottenere la media più alta e, quindi, ad aggiudicarsi il premio di studio di questa edizione è Beatrice Liberati, alla quale abbiamo chiesto qualche dettaglio sulle motivazioni che l’hanno portata in aula e sull’esperienza di quest’anno.

Qual è stata la motivazione che ti ha spinto ad affrontare questo percorso e che cosa speri per il tuo futuro dal DMBA in poi?

Credo che la formazione continua sia un elemento chiave e imprescindibile in qualsiasi percorso di valore personale e professionale.

Durante la mia laurea magistrale ho prediletto un profilo incentrato sulla gestione dei processi e delle relazioni di marketing, ma iniziare a lavorare per un’azienda del mercato ICT, ha fatto nascere in me la curiosità di approfondire il mondo dall’analisi dei dati per arricchire il mio bagaglio di conoscenze e competenze.

Non ho avuto dubbi quando mi sono imbattuta nell’offerta formativa del Master DAFM , c’era tutto quello cercavo e molto di più!

Quindi, la mia motivazione? Penso che si possa riassumere nella passione verso un mondo così vasto, affascinante e ricco di sfumature come quello del marketing che mi spinge a voler migliorare sempre di più e a non pormi limiti.   
Nel futuro, spero di avere sempre più occasioni per poter mettere in pratica quanto appreso al Master DAFM e poter dare un rilevante contributo in progetti grandi e sfidanti.

Il Master DMBA è anche vita di Aula (virtuale o fisica). Ci sono stati particolari episodi o incontri che hanno in qualche modo segnato la tua esperienza di quest’anno?

Dopo l’avvento della pandemia, lavorare da remoto è diventato ormai “normale”, ma pensare di seguire per un anno intero un master ricco di contenuti ed esercitazioni completamente a distanza può ancora oggi spaventare inizialmente. Tenere alta l’attenzione per molte ore e non perdere alcun passaggio cruciale è certamente più impegnativo se si ha uno schermo che divide noi dai nostri interlocutori. 

Dalla prima lezione, invece, ogni preoccupazione a riguardo è venuta meno, tutti i docenti e i testimoni delle diverse aziende ci hanno saputo coinvolgere ed entusiasmare anche quando le tematiche erano molto tecniche e complesse. Grazie alla qualità dei professionisti che ci hanno accompagnato in questo percorso mi sono sentita sempre a mio agio e non ho mai sentito il peso di non essere in un’aula fisica. 

Inoltre, essere parte di una classe molto eterogenea, con background molto diversi tra loro, è stata una vera ricchezza perché ha permesso scambi di opinioni e spunti di riflessione di notevole valore.
Concludo, sottolineando l’importanza del team di coordinamento didattico, sempre pronto a risolvere ogni dubbio o perplessità e attento ad ogni più piccola esigenza sin dal primo momento di contatto. 



Grazie a te per il tuo impegno e per l’entusiasmo, Beatrice! 🙂

Richiedi la Ricerca

Indagine sul livello di adozione e utilizzo dell'Intelligenza Artificiale in Italia

Privacy Policy

You have Successfully Subscribed!